Osservazione  nidificazione della Tartarugue  verdi nel Parco Nazionale di Tortuguero 

San Jose  Parco Nazionale di Tortuguero  programma tour classico    soggiorno a Tortuguero per  3 Giorni  2 Notti 

2 $ 299.-

Tour che Va in barca da porto Pavona / il tortuguero        Prenotazioni  online    Sistemazione per  2 giorni  1 notti

$ 229 -

il programmi comprendono: Trasporto, guida bilingue, sistemazione con trattamento di pensione completa, escursioni nella zona.

Il Tortuguero è considerato il sito più importante di tutta la costa occidentale dei Caraibi per la nidificazione della Tartaruga verde (Chelonia mydas), oltre che della Carey, della Baula e della Caballera, che vengono qui abitualmente a deporre le loro uova.

Per il Parco Nazionale del Tortuguero, situato lungo la costa nord caraibica della Costa  Rica, la protezione di queste specie marine è di fondamentale importanza.

La Tartaruga Verde adulta è di medie dimensioni e può raggiungere i 200 kg e le sue pinne hanno una estensione media di circa un metro di larghezza.

La nidificazione della Tartaruga verde è uno dei fenomeni naturali più interessanti. Questo processo è considerato il periodo più critico del ciclo biologico della tartaruga dopo la fecondazione, poiche le femmine devono uscire allo scoperto sulla spiaggia in gran numero ed in epoche più o meno fisse. Questa concentrazione e la difficoltà di muoversi sulla sabbia le rendono particolarmente vulnerabili divenendo facile preda per uomini e altri predatori.

Il processo inizia con le migrazioni delle tartarughe verso queste zone, dove il loro alimento non si trova presente in grandi quantità. Di fronte alla costa ha inizio l'accoppiamento e poco tempo dopo la femmina esce dall'acqua dirigendosi verso la spiaggia dove inizierà a scavare il nido per le uova, fenomeno che si verifica soprattutto di notte: perlustrata la spiaggia in cerca del luogo più appropriato dove non arrivi l'alta marea, inizia così a scavare il suo buco utilizzando le pinne posteriori come pale.

Dal momento che esce dal mare sino a che inizia a depositare le uova, la tartaruga non deve sentirsi disturbata o minacciata, poiche in caso contrario ritornerà in mare e sfortunatamente la sua sarà una nidiata persa.

Quando il nido raggiunge una profondità di circa 50 cm , la tartaruga inizia a deporre le uova, circa un centinaio. Terminato il processo, essa tapperà il buco utilizzando praticamente tutto il corpo, cercando di camuffarlo buttando sabbia in tuta la zona circostante e basculando il proprio corpo per la spiaggia sino a raggiungere il mare.

Per effetto del riscaldamento solare della sabbia che funge da incubatrice naturale, nel giro di due mesi le uova si schiuderanno ed inizierà la dura lotta dei neonati per la sopravvivenza. I piccoli dovranno infatti lottare prima di tutto per aprirsi un varco verso la superficie del nido; una volta pronti per uscire, aspetteranno la notte o l'alba per abbandonare il nido e correre verso il mare, che raggiungeranno istintivamente essendo il luogo più brillante dell'orizzonte. Cacciati dai predatori, solo una minima parte raggiungerà però l'obiettivo.                      (+506) 2296 7378                             migrazioni delle tartarughe

LE TARTARUGHE MARINE SONO IN PERICOLO D'ESTINZIONE
AIUTATECI A PROTEGGERLE CONOSCENDO E COMPRENDENDO LE LORO FORME DI VITA.